Copertina 10 testo3

Collocamento obbligatorio disabili: invio del prospetto informativo entro il 31 Gennaio 2022

Prospetto Informativo Disabili

ll Prospetto Informativo disabili è una dichiarazione annuale in cui i datori di lavoro dichiarano la propria situazione occupazionale rispetto agli obblighi di assunzione di personale disabile e/o appartenente alle altre categorie protette, come previsto dalla Legge 12 marzo 1999 n. 68.

L’adempimento riguarda sia i datori di lavoro pubblici che privati con 15 o più dipendenti.

Tale prospetto informativo fornisce una “fotografia” della situazione occupazionale delle aziende soggette all’obbligo di legge alla data del 31 dicembre dell’anno precedente. Il prospetto informativo dovrà essere inoltrato solamente se si sono verificati nel corso dell’anno variazioni che hanno inciso sulla quota di riserva come l’assunzione di un soggetto riconducibile all’interno delle categorie protette.

La trasmissione deve avvenire entro il 31 gennaio di ogni anno con modalità esclusivamente telematica in riferimento alla situazione occupazionale al 31 dicembre dell’anno precedente. Il prospetto non deve essere necessariamente inviato ogni anno: è necessario solo se rispetto all’ultimo invio vi siano stati cambiamenti nella situazione occupazionale tali da modificare l’obbligo di legge o da incidere sul computo della quota di riserva.

Che cos’è la quota di riserva?

Si tratta di una previsione di legge in base alla quale le aziende, sulla base del numero dei dipendenti addetti, sono obbligate a destinare una quota della forza lavoro ai disabili e ad altre categorie di soggetti a rischio di esclusione dal mercato del lavoro.


15-35 dipendenti

1 lavoratore svantaggiato

36-50 dipendenti

2 lavoratori svantaggiati

Più di 50 dipendenti

7% dei lavoratori svantaggiato

 

Sanzioni applicabili

Nel caso di mancato invio del modello, attualmente entro la data del 31 gennaio 2022, sono previste pesanti sanzioni amministrative.

La sanzione, inasprita dal Decreto ministeriale n.194/2021, in caso del mancato invio in via telematica del prospetto informativo ammonta ad un valore pari a € 702,43 e ad € 34,02 per ogni giorno di ulteriore ritardo.

Vuoi più informazioni? Contattaci!

Cliccando su "Invia" autorizzi il trattamento dei dati personali; i dati inseriti nei campi sottostanti saranno utilizzati solo allo scopo di rispondere alle domande formulate e poi saranno cancellati o pseuedonimizzati.